Tag

, , , ,

E’ stata sottoscritta da CGIL CISL e UIL, il 12 febbraio, la Campagna “Le donne per Haiti, per non dimenticare” al fine di promuovere durante tutto il mese di marzo la raccolta fondi per la popolazione della Repubblica di Haiti.
Le donne CGIL CISL e UIL dedicheranno tutte le iniziative inerenti all’otto Marzo alla suddetta campagna affinché questa lasci un segno importante per il futuro di Haiti.

“Il terremoto che ha devastato Haiti – si legge nella Lettera d’intenti” di Cgil, Cisl e Uil – è stato un immane disastro che ha spezzato migliaia di vite umane e distrutto le basi materiali della convivenza in un Paese già piegato dalla povertà e dalla miseria. Il sisma ha prodotto macerie sociali gravissime e profonde; dissolto le istituzioni politiche e con esse le reti di cooperazione e solidarietà internazionale che sostenevano Haiti nella lotta agli stenti.
Haiti oggi è un Paese in ginocchio, privo dei mezzi di sussistenza e avulso da prospettive di sviluppo. Ne pagheranno le spese milioni di bambini e di donne, oggi privi di qualsiasi sostegno, materiale e sociale.
“Le donne di CGIL, CISL e UIL, nell’ambito della raccolta fondi per Haiti, promuoveranno durante il mese di marzo una campagna dedicata a questo intento con manifesti ed uno spillino che testimoni l’adesione e la solidarietà. I contributi confluiranno nel c/c 8000046 codice IBAN: IT 11 U 01030 03201 000008000046 attivato presso Monte Paschi Siena, intestato a Confindustria, CGIL, CISL, UIL “Fondo per la popolazione della Repubblica di Haiti”.

La locandina

Annunci